Riflessioni

La speranza del mondo

La situazione nella quale versa il mondo oggi non lascia molte speranze alle soluzioni umane:

C’è una speranza che l’uomo possa davvero stabilire una pace duratura sulla terra?
C’è speranza che l’umanità riesca a scampare la terra da una catastrofe ecologica?
C’è speranza che gli esseri umani possano sanare la piaga mondiale della povertà e della fame?
C’è speranza che l’uomo possa finalmente debellare le malattie che mietono milioni di vittime ogni anno?

L'elenco delle domande si potrebbe allungare all'infinito, ma ecco la risposta che Dio ci offre:

Gesù vuole colmare il vuoto interiore che esiste nell’uomo

Milioni di persone ricercano qualcosa che possa dare senso alla loro vita. Molti si aggrappano alle realtà materiali che, per loro natura, sono inconsistenti e passeggere.

Gesù dichiara: "Io sono la via, la verità e la vita", "Io sono la luce del mondo; chi mi segue non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita"…

Soltanto Gesù può attribuire un senso alla tua vita, poiché Egli è la vera Vita.

Gesù vuole mettere pace nel cuore dell’uomo

La guerra, purtroppo, non è soltanto quella che si combatte tra gli eserciti ma anche quella meno appariscente che si consuma nel cuore umano.

C'è "guerra" nelle famiglie, sui posti di lavoro, nelle strade… Sotto diverse forme si manifesta "ciò che regna nel cuore dell'uomo". Gesù rivolge un invito: "enite a me voi tutti che siete travagliati ed aggravati ed io vi darò riposo", e fa una promessa: "Io vi lascio pace; vi do la mia pace".

Soltanto Gesù può stabilire una pace duratura, e lo può fare in tutti coloro che si rivolgono a Lui per riceverla.

Gesù vuole cambiare la tua vita

Un giorno Gesù disse ad un religioso del Suo tempo: "Devi nascere di nuovo". I discepoli annunciavano a tutti: “Ravvedetevi e convertitevi". Questo è il messaggio che la Parola di Dio, la Bibbia, rivolge ancora oggi all’uomo: bisogna cominciare daccapo, iniziare una vita nuova con Cristo Gesù.

L'Evangelo, la Buona Notizia della salvezza, consiste proprio in questo fatto: Gesù è morto sulla croce per perdonare i nostri peccati e ristabilire il nostro rapporto con Dio. Gesù soffrì la separazione dal Padre affinchè noi potessimo realizzare i benefici del Suo amore; fu rifiutato affinchè noi fossimo accettati; prese su di Sé il nostro peccato e la nostra colpa perché noi potessimo essere perdonati; morì affinchè noi potessimo vivere.

Un giorno eravamo senza Cristo, senza speranza nel mondo, ma d a quando abbiamo invocato il suo Nome e chiesto il Suo perdono, per noi Gesù non è più uno sconosciuto anzi è divenuto "speranza di gloria", dandoci pace, salvezza e vita eterna.
Ora Gesù vuole diventare anche la tua speranza!


L'invito  divino

Dio manifesta il Suo immenso amore verso ogni uomo e desidera riconciliarlo con Sé, ristabilendo il rapporto interrotto a causa del peccato. Perciò ci raggiunge con il Suo prezioso invito:
"Venite… cercate l’Eterno mentre lo si può trovare; invocatelo mentr’è vicino" (Isaia 55:1,6).
Gesù dice: "Venite a me voi tutti che siete travagliati ed oppressi, e io vi darò riposo" (Matteo 11:28).
È un invito pressante che viene da Dio!


La Buona Notizia

L'invito amorevole di Dio è espresso nel glorioso messaggio dell’Evangelo, la Buona Notizia della salvezza in Cristo:
"… la potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede" (Romani 1:16).

Infatti, l’Evangelo è proclamato:
"Affinchè crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e… credendo, abbiate vita nel suo nome" (Giovanni 20:31).