Meditazioni

Qualcuno si cura di te!

Il Buon Samaritano

Gesù rispose: “Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico, e s’imbatté nei briganti che lo spogliarono,
lo ferirono e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Per caso un sacerdote scendeva per quella stessa strada;
e lo vide, ma passò oltre dal lato opposto. Così pure un Levita, giunto in quel luogo, lo vide, ma passò oltre dal lato opposto.
Ma un samaritano che era in viaggio, passandogli accanto, lo vide e ne ebbe pietà; avvicinatosi, fasciò le sue piaghe,
versandovi sopra olio e vino; poi lo mise sulla propria cavalcatura, lo condusse a una locanda e si prese cura di lui.
Il giorno dopo, presi due denari, li diede all’oste e gli disse: “Prenditi cura di lui; e tutto ciò che spenderai di più,
te lo rimborserò al mio ritorno”. Quale di questi tre ti pare essere stato il prossimo di colui che s’imbatté nei ladroni?”
Quegli rispose: “Colui che gli usò misericordia”. Gesù gli disse: “Va’, e fa’ anche tu la stessa cosa”. (Luca 10:30-37
)


Caro amico, amica,

Ti chiedi cosa significa questa storia, o forse la conosci già, ma non ti sei mai soffermato su quello che vuole trasmetterti.
Quel uomo che scendeva da Gerusalemme verso Gerico forse sei proprio tu. Anche tu sei stato battuto, derubato, maltrattato, vivi delle circostanze contrarie, gli amici ti hanno deluso e tradito, la tua situazione familiare non è come la desideri…

Ti senti proprio come quel uomo, a terra moribondo con un grave peso che ti opprime. Il responsabile che ti ha ridotto in questo stato è il peccato! Esso è la prima forma di male che si è manifestata sulla terra e sai bene che il responsabile del male è il diavolo. È egli che ti ha ridotto in questo stato. Forse come nella storia ti è passato vicino qualche sacerdote e levita. Essi rappresentano il mondo religioso di oggi, in tutti i suoi aspetti che promulga promesse di un mondo migliore, di una vita superiore e della felicità. Ma invece di curarti, fasciarti, passano oltre lasciandoti ancora lì per terra, ancora moribondo per le ferite inferte dal diavolo e non togliendoti di dosso il maligno del peccato.

Ma proprio adesso sta passando il Buon Samaritano, forse disprezzato dai primi. Ecco questo si ferma si inchina e comincia a versarti dell’olio sulle ferite per alleviare il dolore e poi del vino per disinfettare come era usanza, poi ti prende in braccio non curandosi se si sporca la sua bella veste e ti mette sul suo cavallo. Ti porta alla locanda più vicina, ti lascia lì e chiede all’oste di prendersi cura di te, di non badare a spese e di mettere tutto sul suo conto! Non saresti grato a questo ricco Signore? Lo vuoi conoscere? Egli vuole fare questo per te!

Gesù ha dato la Sua vita sulla croce per liberarti dal peccato!

La Bibbia dice: “Ecco l’Agnello di Dio, che toglie il peccato del mondo!” (Giovanni 1:29).
“Egli è stato manifestato per togliere i peccati” (I Giovanni 3:5).


Col Suo sangue ci ha lavati!

“In Lui abbiamo la redenzione mediante il Suo sangue, il perdono dei peccati secondo le ricchezze della Sua Grazia” (Efesini 1:7).
“Il sangue di Gesù ci purifica da ogni peccato” (1 Giovanni 1:7).
“In virtù di questo noi siamo santificati, mediante l’offerta del corpo di Gesù Cristo fatto una volta per sempre” (Ebrei 10:10).


Ti chiedi cosa sia il peccato?

È tutto quello che è contrario alla volontà di Dio (1 Giovanni 5:17). È l’omissione di ciò che sappiamo essere buono e gradito a Dio (Giacomo 4:7).
È una condizione, una serie di pensieri, sentimenti, parole ed azioni non gradite a Dio (1 Giovanni 1:7).

Forse pensi che tu sei apposto che non pecchi.
A tale proposito la Bibbia, la Parola di Dio dice: “Certo non c’è sulla terra nessun uomo giusto che faccia il bene e non pecchi mai” (Ecclesiaste 7:20).
“Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio” (Romani 3:23).
“Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi” (1 Giovanni 1:8).


Solo uno è senza peccato: Cristo Gesù!

“Egli è stato tentato in ogni cosa senza commettere peccato” (Ebrei 4:15).

Qualcuno si prende cura di te!

“Egli è stato manifestato per togliere i peccati; e in Lui non c’è peccato” (1 Giovanni 3:5).

Cristo è morto sulla croce per lavarci col Suo sangue e farci vittoriosi sul peccato (1 Corinzi 7:23).

Caro amico, Cara amica,
ti voglio solo invitare a fare oggi stesso la tua scelta per Gesù!

Ricordandoti che:
“Il salario del peccato è la morte eterna, ma il dono di Dio è la vita eterna in Cristo Gesù”
(Romani 6:23).